Reclutare e formare i volontari: il secondo meeting E.CA.R.E. a Belluno

Dal 16 al 19 luglio si è svolto il training previsto dal progetto E.CA.R.E, dedicato al ruolo dei volontari all’interno del progetto. Un paesaggio spettacolare accoglieva ogni giorno i partecipanti che potevano ammirarlo da una delle terrazze panoramiche più belle di Belluno, che ha reso ancora più gradevoli e rigeneranti i break del team E.CA.R.E..

Ad aprire e guidare il training l’ing. Paolo Santesso, amministratore unico di SerSa, coadiuvato dalle professioniste che compongono lo staff bellunese dedicato ad E.CA.R.E.: la psicologa Maria Aricò, l’educatrice Manuela Resenterra, l’assistente sociale, Valentina Righes e l’infermiera Francesca Modesti. Al training erano presenti la delegazione trevigiana ISRAA e quella pordenonese di Umberto Primo, alle quali si è aggiunta in collegamento Skype la dott.ssa Cornelia Sicher dell’Università di Klagenfurt. In rappresentanza del Comune di Belluno il primo giorno il team ha ricevuto i saluti da parte dell’assessore alle politiche sociali di Belluno, dott.ssa Valentina Tomasi. 

Il focus del meeting era il work package 4 del progetto, che riguarda appunto il reclutamento, il ruolo e la formazione dei volontari. Partendo dunque dal perché nel nostro progetto è importante il coinvolgimento dei volontari, sono stati delineati i compiti e le caratteristiche dei volontari che vi prenderanno parte. Molto utile è stato poi un confronto con il CSV (centro servizi volontariato) di Belluno, rappresentato dalla dott.ssa Anita Tisat, sulle modalità di reclutamento dei volontari ed il coinvolgimento delle associazioni del territorio.

Altre interessanti discussioni hanno avuto per argomento il come valorizzare i volontari, la suddivisione in aree geografiche di vicinato per favorire gli scambi tra volontari e cittadini localmente attigui, il rapporto con gli stakeholders e come il volontario possa contribuire al coinvogimento di questi ultimi. Un laboratorio a gruppi è stato centrato sul ruolo del volontario e su come animare le reti che si creeranno, grazie alle figure dei volontari, degli educatori e dell’animatore di comunità.

Il quarto ed ultimo giorno, oltre che utile per una ricapitolazione del lavoro fatto, è coinciso con il meeting di coordinamento con i project managers ed ha permesso uno scambio di impressioni tra le varie figure coinvolte nel team E.CA.R.E.

 

Leave a Reply